Asproflor presenta i dati sull’andamento del florovivaismo

Condividi:

Il concorso dei “Comuni Fioriti” è un’iniziativa che oltre a promuovere il turismo verde, vuole essere anche un incentivo per il comparto del florovivaismo. Per questo motivo Asproflor (l’associazione nazionale produttori florovivaisti, che lo organizza) ha colto l’occasione della presentazione della nuova edizione per fare anche il punto sull’andamento di questo settore di mercato.

Ecco allora i datti raccolti e diffusi dall’associazione: “Asproflor ha rilevato, attraverso il sistema delle Camere di Commercio, che a monte di tutto lo sforzo organizzativo che essa fa per far emergere e dare lustro ai nostri Paesi e Città Fiorite ci sono circa 25.000 le aziende attive nella produzione di fiori e piante. Il fatturato del comparto florovivaistico  è di 1 miliardo e 800 milioni di euro, il totale delle aziende con l’indotto è di 47.400 aziende che generano un fatturato di circa 4 miliardi di euro  rappresentando oltre il 6% della PLV agricola più di olio e vino. La produzione avviene su una superficie di circa 30mila ettari, impiegando circa 120mila unità produttive. Il fatturato complessivo delle aziende florovivaistiche europee è di quasi 20  miliardi di euro”.

Il settore – sempre secondo le cifre raccolte e diffuse da Asproflor - nonostante attraversi una importante crisi economica è in grado di generare un saldo attivo tra import ed export di 180 milioni di euro, il nostro paese importa infatti circa 320 milioni di euro solo dall’Olanda e 190 milioni da altri Paesi ma esportiamo in tutta Europa 690 milioni di euro”.

Tra le criticità, Asproflor evidenzia l’impossibilità di accedere a sostegni  comunitari legati ad una OCM  specifica, né per i produttori, né per sostenere le esportazioni, né per migliorare l’organizzazione dell’offerta e la commercializzazione.

“Per aiutare il settore ad affrontare la crisi - afferma Renzo Marconi presidente Asproflor-   da produttori ci siamo fatti carico dell’iniziativa Comuni Fioriti, copiandola da altri Stati, che in quasi tutti i Paesi europei Europei è in capo al Ministero del Turismo. Il concorso di fioritura rappresenta, infatti, oltre che un’ottima azione di marketing territoriale, anche un’opportunità di sviluppo e crescita per il comparto”.

“Inoltre di concerto – aggiunge il vicepresidente Sergio Ferraro - con le altre associazioni nazionali e attraverso il neonato Coordinamento Nazionale Filiera del Florovivaismo e del Paesaggio  è stato richiesto un provvedimento di defiscalizzazione delle opere a verde per ridare slancio e sviluppo al settore, è quindi necessario rilanciare, attraverso misure adeguate e sinergiche tutta la filiera”.

Produttori e negozi

GardenTV è anche una community di produttori, negozi, servizi. Trova i più vicini a te.