Piante idratate anche in vacanza

Condividi:

Dai gel, ai terricci a riserva d’acqua, fino ai prodotti più innovativi, sono molte le soluzioni studiate per andare incontro alle esigenze di chi ha bisogno di assicurare alle proprie piante un giusto apporto idrico anche quando è lontano da casa. GardenTV ha chiesto alle aziende di indicare i prodotti consigliati per una corretta e lenta idratazione delle piante. Ciascuno è pensato per specifiche esigenze: ecco come orientarsi nella scelta.

CIFO PREMIVIT RISERVA D'ACQUA

Garantire una migliore idratazione della pianta grazie a particolari e innovative caratteristiche del terriccio. Cifo propone “Riserva d’acqua”, un substrato biologico con Water Reserve, che è in grado di trattenere l’acqua e renderla disponibile alle piante in modo graduale.

Spiega Maria Chiara Siciliani, Product manager Home & Garden di Cifo: “Il nostro terriccio Riserva d’acqua fa parte della linea Premivit, una gamma di substrati di altissima qualità in comode confezioni compatte, sacco con maniglia per un pratico e maneggevole trasporto ed utilizzo”.

Quali sono le sue caratteristiche e come agisce?

“Il nostro terriccio Riserva d’acqua è un substrato biologico a base di torbe di altissima qualità, adatto a tutti i tipi di pianta, sia da esterno sia da interno. Caratterizzato dalla presenza dell’innovativo Water reserve, ritentore idrico di origine completamente naturale, in grado di trattenere l’acqua e renderla disponibile alle piante gradualmente”.

Quanto tempo può trascorrere senza che la pianta abbia bisogno di essere irrigata?

“Le irrigazioni possono essere ridotte, e in caso di stress idrico le piante risulteranno più robuste. I giorni tra un’irrigazione e l’altra si allungano, in base alle temperature, all’esposizione al sole e alla posizione della piante (se all’interno o all’esterno), il rilascio idrico è bilanciato e graduale, aiutando le piante di fronte alle temperature eccessive”.

Come va utilizzato?

“Il terriccio Riserva d’acqua – conclude Maria Chiara Siciliani – si utilizza nei momenti del rinvaso, trapianto e rabbocco delle piante. Per il rinvaso e il trapianto consigliamo di utilizzare il terriccio Premivit Riserva d’acqua come substrato per le piante, utilizzando uno strato di argilla sul fondo del vaso per migliorare il tenore di umidità del terriccio ed evitando così i dannosi ristagni d’acqua. Per le piante già in vaso o e a dimora, consigliamo di rabboccare utilizzando il terriccio Riserva d’acqua, aggiungendolo sulla superficie e incorporate al terreno sottostante con una leggera lavorazione”. 

Cifo terriccio universale riserva d'acqua


COMPO SANA TERRICCIO UNIVERSALE CON RISERVA D’ACQUA

Ideale per i brevi periodi fuori casa, come un weekend fuori porta, più che per lunghi periodi di assenza, Compo Sana propone il terriccio universale con riserva d’acqua.

Quali sono le sue caratteristiche e come agisce?

“È un terriccio universale arricchito da Aqua Depot, un retentore idrico che assorbe e conserva una parte dell’acqua somministrata durante le bagnature; l’acqua trattenuta viene poi progressivamente ceduta alla pianta”, spiega l’Ufficio marketing Compo Italia

Quanto tempo può trascorrere senza che la pianta abbia bisogno di essere irrigata?

“Due giorni senza dover annaffiare”.

Come va utilizzato?

“Da utilizzare come un normale terriccio al rinvaso della pianta. Durante le giornate più torride il terriccio Compo con Aqua Depot ridurrà l’evaporazione dell’acqua e di conseguenza il numero di innaffiature”.

Compo Sana terriccio universale riserva d'acqua 

ACQUA GEL - GESAL OASI

Un prodotto specificatamente pensato per garantire alle piante il giusto apporto idrico anche durante lunghi periodi di assenza da casa durante l’estate è Gesal Oasi, come spiega l’Ufficio marketing Compo Italia.

Quali sono le sue caratteristiche e come agisce?

“È un Gel composto al 97% da acqua addensata da derivati della cellulosa; è completamente naturale e può essere utilizzato per tutte le piante, sia ornamentali che edibili. Una volta inserito nel vaso, i microrganismi del terreno degradano e trasformano in acqua il prodotto, assicurando un’umidità costante al terriccio”.  

Quanto tempo può trascorrere senza che la pianta abbia bisogno di essere irrigata?

“Gesal Oasi, assicura un’umidità costante senza innaffiare per 30 giorni”. 

Come va utilizzato?

“È sufficiente togliere il tappo di sicurezza, capovolgere il barattolo ed inserirlo a 2/3 cm di profondità nel terreno. Importante è annaffiare abbondantemente il vaso prima di inserire Gesal Oasi. 

Per un corretto funzionamento inoltre, evitare di esporre la pianta alla luce solare diretta e ad alte temperature.

Più barattoli di Gesal Oasi possono essere utilizzati per un solo vaso – suggerisce l’Ufficio marketing Compo Italia – in base al diametro del vaso, le dosi possono essere così riassunte: per 12-20 cm di diametro vaso 1 barattolo; per 25-30 cm di diametro vaso 2 barattoli; per 35-40 cm di diametro vaso 3 barattoli”.

Gesal Oasi acqua gel

IDROVITA IPIERRE POLIMERO ASSORBENTE

Per una corretta idratazione delle piante, un ridotto consumo di acqua e una migliore ossigenazione del terreno, Ipierre propone  Idrovita, un innovativo polimero assorbente innovativo, senza sodio, biodegradabile, registrato e certificato per l’utilizzo in floricoltura, come spiega Alba Rotundo, responsabile marketing di Ipierre.

Quali sono le sue caratteristiche e come agisce?

“Idrovita è in grado di assorbire acqua fino a 100 volte il suo peso, garantisce la giusta umidità del terreno fino a 20 giorni, previene danni provocati da annaffiature troppo frequenti o troppo scarse.

Idrovita è in grado anche di assorbire sia l'acqua piovana che la rugiada notturna, rendendo così possibile un ulteriore risparmio idrico ed economico.

Dimezzare la necessità di irrigazione non è la sola caratteristica distintiva del nostro prodotto. Si tratta di un ritrovato performante perché ha una durata di vita di ben 4 anni.
Una volta interrato il polimero compie cicli di carico/scarico di acqua per 4 anni (la durata può variare in funzione della composizione del terreno) poi inizia il suo naturale processo di decomposizione.

Adatto a qualsiasi tipo di pianta, sia da interno che da esterno, è a base di potassio e non di sodio: ciò rende la composizione del granulo facilmente assimilabile dalla pianta una volta concluso il processo di degradazione, senza rilascio di alcuna sostanza tossica. Idrovita – aggiunge Alba Rotundo – è un prodotto Made in Italy”.

Quanto tempo può trascorrere senza che la pianta abbia bisogno di essere irrigata?

“Idrovita mantiene il terreno idratato per 20 giorni, dopo ogni innaffiatura.

Come va utilizzato?

Per un rinvaso o una nuova messa terra, occorre miscelare 3 grammi di granuli per ogni litro di terriccio. Preparare una base di solo terriccio in un vaso e inserire la pianta. Distribuire attorno alle sue radici la miscela, in aggiunta al terriccio già invasato e annaffiare per 2 giorni. Per inserire Idrovita in una pianta già in vaso, bisogna praticare, con una matita, una serie di fori intorno alle radici e versarci i granuli. Poi ricoprire con il terriccio ed annaffiare per 2 (esempio di dosaggio: per un vaso di diametro 30-40 cm una bustina da 10 gr)”.
Idrovita Ipierre

Tags

Produttori e negozi

GardenTV è anche una community di produttori, negozi, servizi. Trova i più vicini a te.