NASCONDI

Covid: più alberi potevano salvarci?

Condividi:

Mentre inquinamento e alte concentrazioni di polveri sottili sembrano ormai avere un ruolo significativo nella diffusione e gravità di Covid-19, emerge ora l’importanza degli alberi in città nel contrastare la pandemia, “assorbendo” i particolati e migliorando la qualità dell’aria.

A fare il punto su come le foreste urbane possono contribuire alla salute delle città è un articolo pubblicato su Forest@ - Rivista di selvicoltura ed ecologia forestale (“Le foreste urbane ai tempi del COVID-19 ci proteggono dalle polveri sottili”) consultabile qui https://foresta.sisef.org/contents/?id=efor3494-017&lang=it&fbclid=IwAR3MoILlPX9j9G8b1RE-UHJix9Fmb2ACr-bQD2hQ_BUvL6YZLB4BY1nW45M.

Alberi, boschi e vegetazione urbana sono in grado di ridurre gli inquinanti, con diverse prestazioni a seconda delle specie, come dimostrano studi recenti. Il famoso PM-10 si deposita per esempio sulle foglie per poi disperdersi con la pioggia, mentre le frazioni più piccole di particolato possono essere “immagazzinate” e poi degradate.

«Come è stato dimostrato, tracce del COVID-19 sono state riscontrate sul particolato atmosferico, ma anche nelle acque di fogna. Perché non utilizzare le foglie degli alberi su cui le polveri sottili si depositano come filtri naturali e quindi sentinelle di possibili focolai di infezione?», si legge nell’articolo.

Conifere più efficace delle latifoglie, contro le polveri sottili

Non tutti gli alberi “lavorano” però allo stesso modo: le conifere, con i loro aghi fini e maggior densità di foglie, mostrano una maggiore capacità di raccolta delle polveri sottili rispetto alle latifoglie. Tra queste ultime, alcune ricerche hanno stilato una classifica secondo cui le più efficaci ci sarebbero gledizia, aceri, platani e tigli, betullee.

Sottolineando anche il ruolo delle piante in termini di benessere per i cittadini, l’articolo conclude: «Il patrimonio di verde urbano italiano può e deve essere ampliato non solo per fronteggiare l’attuale emergenza sanitaria, ma anche per un miglioramento della più ampia qualità della vita urbana. Realizzare e mantenere foreste urbane costa relativamente poco e potrebbe attivare una filiera di green jobs efficace anche in grado di riassorbire nel contesto lavorativo parte dei disoccupati determinata dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo».

Crediti immagine di copertina: Albero foto creata da freepik - it.freepik.com

Produttori e negozi

GardenTV è anche una community di produttori, negozi, servizi. Trova i più vicini a te.