NASCONDI

Giovani progettisti del verde: l’installazione per le Olimpiadi dell’Università di Pisa

Condividi:

Questa volta hanno scelto gli anelli olimpici, simbolo di unione pacifica dei popoli: è questo lo speciale allestimento che gli studenti del corso di laurea magistrale in Progettazione e gestione del verde e del paesaggio della facoltà di Scienze agrarie dell’Università di Pisa hanno realizzato per la 44esima edizione di Cervia Città Giardino, l’appuntamento dove si incontrano le più prestigiose giardinerie italiane ed europee che si svolge dal 28 maggio al 30 settembre.“Sono molti anni che il dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali partecipa alla manifestazione - ha spiegato il professore Paolo Vernieri dell’ateneo pisano – e ogni edizione i nostri studenti, guidati da alcuni docenti, si cimentano nell'allestimento di uno spazio a verde”.Insieme ai cinque cerchi realizzati con piante fiorite, l’installazione comprende anche un quadro vegetale, dove su un tappeto erboso di dichondra, spicca una fiaccola olimpica. In questo caso, le piante sono inserite su un substrato inerte in lana di roccia per favorire favorisce la radicazione e la struttura ha un impianto automatico di irrigazione a goccia.Nata nel 1972, la manifestazione Cervia Città Giardino è cresciuta negli anni fino a conquistare importanti premi e riconoscimenti, tra i quali la medaglia d’oro al concorso europeo “Entente Florale Europe”, che premia le migliori città e villaggi fioriti d’Europa, mentre lo scorso anno la città ha vinto il prestigioso “International Challenge Communities in Bloom” il concorso mondiale dei comuni fioriti. Nell’ambito della pluriennale collaborazione con l’Ateneo pisano sono state realizzate numerose iniziative giornate di studio e alla manifestazione Maggio in Fiore è stata dedicata una tesi di laurea da cui è derivato il volume edito da Aracne Editrice Cervia: la Città dall'anima verde"."

Produttori e negozi

GardenTV è anche una community di produttori, negozi, servizi. Trova i più vicini a te.