Condividi:

Ascolta il podcast su RadioGarden

Anche dopo settembre molti ortaggi estivi continuano a essere produttivi: fagiolini, pomodori, bietole da costa, melanzane, peperoni, zucchini e zucche gradiscono un andamento meteo fresco e umido se l’illuminazione è ancora intensa.

Se sono in vaso vanno tenuti in pieno sole, dove pomodorini e peperoncini continuano a maturare fino a ottobre.

Nei mesi freddi sono disponibili molte varietà di ortaggi a ciclo invernale: cavoli, cavolfiori, verze, broccoli, lattuga invernale e radicchio da cespo e da tagli, ravanelli, rucola, valerianella. I cavoli e i cavolini sono produttivi fino a dopo Natale.

È importante ricordare di eseguire sempre una corretta concimazione, con prodotti di qualità.

La coltivazione di verdure può avvenire in terra o in vaso. Una serra o la predisposizione di tunnel in kit con telo in plastica e di cassoni con telo apribile in caso di clima mite ampliano le possibilità di ottenere verdure da settembre alla primavera successiva, offrendo la possibilità di anticipare o prolungare il ciclo vegetativo di molti ortaggi.

In dicembre e gennaio si possono seminare sotto tunnel o all’aperto, se il clima lo consente, lattuga invernale, radicchio da taglio, ravanello e rucola.

In linea di massima, una serra da orto con superficie di 12 mq (3 x 4 m) è ideale per le necessità di una famiglia. Se si opta per una serra fissa, potrà essere addossata a un muro della casa, ben esposta al sole. Una serra sufficientemente alta per entrarvi in piedi semplifica la cura delle verdure.

E le aromatiche? Ce ne sono alcune capaci di sfidare il freddo. Il rosmarino tollera bene il gelo; la salvia resiste se il terreno non è umido; il prezzemolo cresce fino ai geli se è in zona riparata e soleggiata.

Fonte: Promogiardinaggio

 

Ascolta il podcast su RadioGarden

 

Produttori e negozi

GardenTV è anche una community di produttori, negozi, servizi. Trova i più vicini a te.