NASCONDI

Frenata dei trattori sul mercato europeo

Condividi:

È un calo del 7,6 percento, quello che si registra nei dati di vendita dei trattori nei maggior paesi europei per i primi otto mesi del 2015. Il numero di macchine vendute entro la fine di agosto è stato di 109mila, rispetto ai 117mila dello stesso periodo dell’anno precedente. I numeri vengono da Cema, l’associazione Europa costruttori macchine agricole e testimoniano un calo significativo in tutti i paesi europei: meno 4,4 percento in Francia, meno 8,7 percento in Germania, fino al picco del meno 16 percento del Regno Unito. Il passivo italiano è invece meno pesante: i dati FederUnacoma per i primi nove mesi dell’anno parlano di una flessione del 3 percento.Un dato che seppur meno negativo, va sommato ai continui cali registrati fin dal 2009, che hanno portato il numero delle matrici immatricolate ai minimi storici (poco più di 18mila nel 2014).“L’economia italiana ha ripreso lentamente a marciare - commenta il presidente di FederUnacoma Massimo Goldoni - e questo può stimolare una maggiore fiducia e una volontà di tornare ad investire per l’acquisto di macchine e attrezzature agricole, ma un miglioramento del mercato si potrà avere solo il prossimo anno, anche perché l’annuncio fatto dal Governo in questi giorni circa lo stanziamento per il 2016 di 45 milioni di euro per l’acquisto di macchine agricole potrebbe congelare gli acquisti negli ultimi mesi del 2015”.“Per evitare che l’ultimo trimestre dell’anno risulti congelato per quanto riguarda gli acquisti – ha aggiunto Goldoni – stiamo realizzando iniziative rivolte agli agricoltori per informarli sulle opportunità di finanziamento offerte dall’Unione Europea con i fondi per i Piani di Sviluppo Rurale, fondi che non soltanto sono consistenti, ma che debbono essere spesi entro il 31 dicembre per evitare l’obbligo di restituzione degli stessi alle casse dell’Unione Europea”.

Produttori e negozi

GardenTV è anche una community di produttori, negozi, servizi. Trova i più vicini a te.