Giardiniere d’arte: nuova opportunità di lavoro

Condividi:

Una nuova figura professionale e una nuova opportunità di lavoro nel verde: il ministero della Cultura ha annunciato che nel Recovery Plan ci saranno fondi anche per i parchi storici italiani e che per prendersene cura nascerà il “Giardiniere d’Arte”.

Un professionista con competenze interdisciplinari e specialistiche.

La nuova figura professionale dovrà essere formata per avere competenze in diverse materie, come la storia del paesaggio, il giardinaggio, fitopatologia, botanica, agronomia, e saper padroneggiare tecniche, materiali, messa a dimora e cura delle piante, oltre alla loro prevenzione e rigenerazione.

«Il "giardiniere d'arte" potrà, così, diventare un professionista che rafforzerà le capacità e le competenze nella gestione e manutenzione delle aree verdi di valore storico e culturale, supportando le amministrazioni locali nella gestione delle problematiche di conservazione di questi beni e colmando la mancanza di competenze specialistiche in questo ambito così importante e che ha rappresentato un'eccellenza nella nostra storia, conosciuto in tutto il mondo: il giardino all'italiana».

Nel Piano di rilancio e resilienza Next Generation Eu sono previsti 300 milioni di euro per i parchi e i giardini storici. Il piano prevede il restauro e la valorizzazione oltreché l'integrazione del censimento già esistente e la conseguente digitalizzazione dei beni culturali che sono all'interno di parchi e giardini.

Produttori e negozi

GardenTV è anche una community di produttori, negozi, servizi. Trova i più vicini a te.