A Milano comincia la 22esima edizione di Orticola

Condividi:

Tre giorni dedicati a fiori e piante nel centro di Milano, con le eccellenze del florovivaismo italiano e non solo. Venerdì 5 maggio comincia la 22esima edizione della mostra Orticola, ai giardini pubblici Indro Montanelli di via Palestro e piazza cavour.

L’iniziativa, i cui proventi sono destinati al verde cittadino, è nata a Milano nel 1996. Orticola per Milano da quest’anno si occupa della sistemazione e della manutenzione del Giardino Perego, inaugura un nuovo ciclo quadriennale de “Le Giornate di Studi” e il Giardino di Palazzo Reale, e segue l’ampliamento degli Orti fioriti a Citylife.

“La Mostra Orticola – spiegano gli organizzatori - ospita la più importante vetrina per il vivaismo di ricerca italiano, propone un percorso verde alla scoperta di giovani talenti e piante insolite, rare e dalle mille proprietà, accoglie le associazioni di botanici, ma anche di semplici collezionisti appassionati, allestisce i “fioriti ingressi verdi” e la preziosa fontana, invita le giurie, organizza i momenti d’incontro e i servizi per i visitatori, e si conferma come l’appuntamento a carattere nazionale per conoscere il meglio della ricerca florovivaistica”.

Le piante italiane per il giardino italiano è il tema proposto per Orticola 2017. “La flora italiana è composta da numerosi generi e specie di piante presenti in gran numero e varietà in tutti gli ambienti del nostro territorio, dai rilievi montuosi fino alle spiagge – proseguono da Orticola - Considerata proprio questa diversità, sia di ambienti sia di vegetazione, è possibile trovare ed identificare quale pianta si possa adattare meglio al nostro giardino. Dobbiamo quindi imparare a considerare i nostri spazi verdi come parte integrante della natura che li circonda, assecondandone l’andamento e l’evoluzione secondo l’alternarsi delle stagioni nei diversi climi e nei diversi ambienti italiani”.

Orticola ha invitato perciò i vivaisti a presentare le specie spontanee o quelle naturalizzate nelle varie zone del nostro Paese, perché sono quelle che si adattano meglio, necessitano di interventi manutentivi e irrigazioni meno frequenti, si sviluppano e fioriscono con più facilità.

Così facendo, scegliendo piante spontanee italiane o naturalizzate, si tutela e stimola non solo la nostra biodiversità vegetale, ma anche quella animale: quest’ultima è unita alla precedente da un sottile, ma robustissimo filo.

Tags

Produttori e negozi

GardenTV è anche una community di produttori, negozi, servizi. Trova i più vicini a te.